Licenziamento disciplinare a Roma

Il licenziamento è l’atto con cui il datore di lavoro pone fine al rapporto contrattuale.

Cosa sono i licenziamenti disciplinari

Il licenziamento disciplinare è la massima sanzione applicabile al dipendente. Rappresenta il provvedimento con cui il datore interrompe il rapporto di lavoro a causa di comportamenti del dipendente che violano il codice disciplinare, o che comunque compromettono la fiducia nei confronti del lavoratore.

L’art. 7 della legge n. 300/70 (cd. “Statuto dei lavoratori”) garantisce al dipendente la possibilità di difendersi ed eventualmente evitare la sanzione; in base alla gravità dell’infrazione commessa, il licenziamento disciplinare viene ricondotto al:

Il licenziamento per giustificato motivo soggettivo è causato da un “notevole inadempimento” del lavoratore ai suoi obblighi contrattuali. Comportamenti meno gravi rispetto alla giusta causa, ma comunque tali da giustificarlo poiché non di scarsa importanza, poiché lesivi di interessi rilevanti del datore di lavoro.

Procedura del licenziamento disciplinare

In entrambi i casi la procedura prevede:

  • la lettera di contestazione, con cui il datore di lavoro contesta al dipendente l’infrazione commessa;
  • audizione a difesa del dipendente;
  • Decisione del datore: una volta ascoltato il dipendente, il datore decide se procedere o meno con il licenziamento disciplinare ed in caso affermativo lo comunica in forma scritta specificando i motivi del licenziamento disciplinare e i comportamenti contestati al dipendente.

Contestazione del licenziamento disciplinare

La normativa in materia di licenziamento disciplinare è complessa; capire quali sono le conseguenze di un comportamento illecito in ambito lavorativo richiede infatti di valutare quali sanzioni l’azienda può effettivamente irrogare e se il datore di lavoro ha rispettato il procedimento obbligatorio prima di procedere al licenziamento.  

Il dipendente può quindi comunicare per iscritto al datore di lavoro, entro 60 giorni dalla notizia del licenziamento, l’intenzione di opporsi per poi depositare, nei successivi 180 giorni, il ricorso in Tribunale.

Licenziamento disciplinare illegittimo: cosa fare

Il licenziamento disciplinare avvenuto senza giusta causa o giustificato motivo, viene giudicato “illegittimo” e sono previste delle sanzioni a carico del datore di lavoro.

Il licenziamento disciplinare senza contestazione rientra nei casi di licenziamento illegittimo. La mancanza formale della contestazione o l’omissione all’interno della stessa di alcuni requisiti fondamentali, comporta infatti la violazione del diritto di difesa del lavoratore coinvolto.

Se sei stato vittima di questa tipologia di licenziamento, contatta senza alcun impegno, via email o telefonicamente, lo Studio Legale Flaminio.

Licenziamento disciplinare per giusta causa

Il licenziamento per giusta causa è determinato da un comportamento grave del lavoratore, tale da non consentire, nemmeno in via temporanea, la prosecuzione del rapporto di lavoro. Un comportamento quindi doloso, in malafede, a danno dell’azienda o comunque lesivo degli interessi del datore di lavoro.

Rientrano tra le cause del licenziamento disciplinare senza preavviso il furto, l’assenza prolungata e ingiustificata, l’invio di un certificato medico falso, la ripetuta assenza alla visita fiscale, comportamenti violenti verso i colleghi ecc.

Lo Studio Legale Flaminio opera a Roma ed è specializzato nella difesa dei lavoratori; ha assistito, nel tempo, i dipendenti delle principali realtà industriali del paese, in ogni fase del rapporto di lavoro, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale.

Licenziamento disciplinare a Roma e Pomezia – info dallo Studio Legale Flaminio

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Contattaci per richiedere informazioni cliccando sul bottone.
Oppure leggi le recensioni dei nostri clienti e scopri cosa pensano di noi.

Dicono di noi

Vediamo cosa dicono di noi alcuni clienti e che si sono affidati allo Studio Legale Flaminio di AvvocatoLavoroRoma.it e hanno ottenuto quello che gli spettava.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio per un problema con il mio datore di lavoro; gli avvocati sono stati disponibili e per fortuna hanno risolto il problema. Non posso che consigliarli.

Il datore di lavoro voleva trasferirmi, senza motivo, in un'altra sede, temevo non si potesse far nulla; gli avvocati sono invece riusciti a far ritirare il trasferimento. Che dire, la mia esperienza è stata più che positiva.

L’azienda non mi pagava il t.f.r.; su consiglio di un amico mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio; ho trovato dei professionisti disponibili e preparati che hanno risolto rapidamente il mio problema.

Ottimo Studio Legale, avvocati molto competenti.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio, conoscendone personalmente gli avvocati; come mi aspettavo sono riusciti a farmi ottenere quanto dovuto. Non posso che consigliarli.

Non percepivo lo stipendio da mesi, per questo mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio. Li consiglio senz’altro per la loro professionalità.

Avvocati disponibili e preparati; hanno risolto il problema per cui li avevo contattati.

L’azienda per cui lavoravo non mi pagava la quattordicesima, nonostante fosse prevista dal contratto collettivo; mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio che ha saputo risolvermi il problema, facendomi ottenere quanto mi spettava.  Lo consiglio.

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni sui servizi offerti dallo studio, compila questo modulo. TI ricontatteremo appena possibile.

Tel. +39 06 5655 9821
info@avvocatolavororoma.it

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Lungotevere Flaminio, 26
00196 Roma (RM)

Mettiti in contatto con noi per una consulenza.