Licenziamento colf o di una badante a Roma

I lavoratori domestici non godono delle stesse tutele previste in caso di licenziamento, per le altre categorie di lavoratori; nel seguente articolo, pertanto, approfondiremo, tra gli altri, i seguenti argomenti:

  • licenziamento della badante convivente senza preavviso;
  • licenziamento colf per giusta causa;
  • preavviso licenziamento per badante.

Motivazioni del licenziamento di una badante o di una colf

Il licenziamento di una colf o di una badante è sempre possibile senza particolari motivazioni giustificative.

Per queste categorie, il datore di lavoro non è tenuto a specificare il motivo di licenziamento; ma può infatti liberamente interrompere il rapporto di lavoro, con obbligo di preavviso.
In caso di licenziamento con effetto immediato, è invece dovuta l’indennità sostitutiva del preavviso.

Licenziamento di una badante per giusta causa

Mancato preavviso del licenziamento: In caso di licenziamento di una badante per giusta causa, il datore di lavoro interrompe il rapporto senza essere tenuto a rispettare i termini di preavviso; rientrano nel licenziamento legittimo per giusta causa l’essere sorpresi a rubare al datore di lavoro, esercitare violenza sull’anziano che si assiste, ossia fatti molto gravi che impediscono la prosecuzione del rapporto.

Preavviso di licenziamento di una colf o di una badante

Il preavviso di licenziamento della colf hanno deti termini di preavviso previsti dal contratto collettivo per colf e badanti sono:

  • Per più di 24 ore settimanali con 5 anni di anzianità presso lo stesso datore,15 giorni di calendario; con più di 5 anni di anzianità, 30 giorni di calendario.
  • Nel caso in cui invece si dimetta il lavoratore questi termini si riducono del 50%.
  • Per rapporti inferiori alle 24 ore settimanali, se l’anzianità non supera i 2 anni presso lo stesso datore di lavoro, sono sufficienti 8 giorni di calendario; con oltre 2 anni di anzianità, invece, il termine di preavviso è 15 giorni di calendario.
  • La cessazione del rapporto di lavoro deve essere comunicata all’INPS secondo i termini previsti.

In caso di mancato preavviso con contratto a tempo determinato, la colf ha diritto a tutte le retribuzioni che avrebbe percepito qualora il rapporto di lavoro non si fosse interrotto, mentre col contratto a tempo indeterminato al dipendente spetterà un’indennità sostitutiva del preavviso, pari alla retribuzione dovuta per il periodo di preavviso non concesso.

Licenziamento del badante convivente: come avviene

Per il licenziamento della badante convivente valgono le stesse norme che si applicano ai non conviventi, ovvero tutti gli obblighi relativi al preavviso e alla corresponsione delle spettanze di fine rapporto, come TFR, tredicesima e ferie non godute.

Licenziamento colf contratto a tempo determinato: il licenziamento di una colf con contratto a tempo determinato è ammesso solo in alcuni casi, ovvero: entro la fine del periodo di prova, se previsto; il licenziamento badante per giusta causa; per risoluzione consensuale o impossibilità della prestazione dovuta a cause di forza maggiore.

Impugnazione licenziamento: se il licenziamento è illegittimo, ad esempio perché discriminatorio, è possibile impugnarlo, chiedendo al datore di lavoro anche le eventuali differenze retributive, le ferie e il t.f.r. non corrisposti.

Se hai dubbi sulla tua situazione, lo Studio Legale Flaminio è specializzato nella difesa dei lavoratori; contattaci senza impegno, via mail o telefonicamente, e inizia a far valere i tuoi diritti.

Licenziamento colf o di una badante a Roma e Pomezia – info dallo Studio Legale Flaminio

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Contattaci per richiedere informazioni cliccando sul bottone.
Oppure leggi le recensioni dei nostri clienti e scopri cosa pensano di noi.

Dicono di noi

Vediamo cosa dicono di noi alcuni clienti e che si sono affidati allo Studio Legale Flaminio di AvvocatoLavoroRoma.it e hanno ottenuto quello che gli spettava.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio per un problema con il mio datore di lavoro; gli avvocati sono stati disponibili e per fortuna hanno risolto il problema. Non posso che consigliarli.

Il datore di lavoro voleva trasferirmi, senza motivo, in un'altra sede, temevo non si potesse far nulla; gli avvocati sono invece riusciti a far ritirare il trasferimento. Che dire, la mia esperienza è stata più che positiva.

L’azienda non mi pagava il t.f.r.; su consiglio di un amico mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio; ho trovato dei professionisti disponibili e preparati che hanno risolto rapidamente il mio problema.

Ottimo Studio Legale, avvocati molto competenti.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio, conoscendone personalmente gli avvocati; come mi aspettavo sono riusciti a farmi ottenere quanto dovuto. Non posso che consigliarli.

Non percepivo lo stipendio da mesi, per questo mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio. Li consiglio senz’altro per la loro professionalità.

Avvocati disponibili e preparati; hanno risolto il problema per cui li avevo contattati.

L’azienda per cui lavoravo non mi pagava la quattordicesima, nonostante fosse prevista dal contratto collettivo; mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio che ha saputo risolvermi il problema, facendomi ottenere quanto mi spettava.  Lo consiglio.

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni sui servizi offerti dallo studio, compila questo modulo. TI ricontatteremo appena possibile.

Tel. +39 06 5655 9821
info@avvocatolavororoma.it

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Lungotevere Flaminio, 26
00196 Roma (RM)

Mettiti in contatto con noi per una consulenza.