Impugnazione licenziamento a Roma

L’impugnazione è l’atto con cui il lavoratore manifesta per iscritto la volontà di voler contestare il licenziamento (art.6 Legge 604/1966, modificato dall’art. 32 della Legge 183/2010). Termini di impugnazione del licenziamento e tentativo di conciliazione: fondamentali in questa procedura sono i termini da rispettare e le modalità di composizione bonaria della lite.

Come impugnare un licenziamento

Per impugnare un licenziamento, il lavoratore deve:

  • inviare una lettera scritta all’azienda, esprimendo la volontà di impugnare il licenziamento;
  • depositare l’atto di ricorso presso la cancelleria del tribunale ordinario, entro 180 giorni dall’invio della lettera di impugnazione.

Tentativo di conciliazione nel licenziamento: in alternativa, si può procedere con il c.d., tentativo di conciliazione, ossia il lavoratore può comunicare all’azienda (sempre entro lo stesso termine) la richiesta di un tentativo di conciliazione innanzi all’ITL, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro.

Termini di impugnazione del licenziamento

I termini per l’impugnazione di licenziamento sono fissati dalla legge a 60 giorni che decorrono a partire dal giorno in cui la lettera di licenziamento è stata ricevuta dal lavoratore. Il termine dei 60 giorni è importantissimo in quanto, se si supera viene meno il diritto del lavoratore di contestare il provvedimento.

Procedura per l’impugnazione del licenziamento

La Legge 183/2010 ha introdotto delle modifiche ad una parte della procedura di impugnazione del licenziamento.
Ha confermato i termini di decadenza a 60 giorni dalla data del licenziamento o dalla successiva data di comunicazione dei motivi; ha escluso l’obbligatorietà del tentativo di conciliazione e ha contestualmente introdotto una pluralità di mezzi di risoluzione delle controversie alternativi al ricorso giudiziari.

Per questo il supporto di un legale esperto è fondamentale! Contatta senza impegno, via mail o telefonicamente lo Studio Legale Flaminio.

Impugnazione stragiudiziale del licenziamento

La fase di impugnazione stragiudiziale del licenziamento deve avvenire entro il termine perentorio di 60 giorni dalla comunicazione del recesso e il lavoratore deve comunicare per iscritto di voler impugnare l’atto; termine che si considera rispettato con l’invio di una comunicazione idonea a comunicare al datore di lavoro la volontà di opporsi all’atto (procedura per l’impugnativa di licenziamento).

Ricorso per licenziamento illegittimo

Qualsiasi sia la motivazione relativa al licenziamento, la sua comunicazione deve avvenire in forma scritta, con lettera consegnata a mani, o con raccomandata a/r e deve indicare in modo preciso i motivi economici o disciplinari che lo giustificano: diversamente, si tratta di licenziamento illegittimo.

Una volta ricevuta la comunicazione di un licenziamento disciplinare, se questo non è stato preceduto dall’apertura di un procedimento disciplinare, il lavoratore può impugnare l’atto; allo stesso modo può procedere il lavoratore licenziato quando i fatti che gli vengono contestati sono inesistenti (ricorso per licenziamento senza giusta causa).

Impugnazione del licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Con la legge 92/2012 è stata introdotta un'ulteriore procedimento, poi soppresso dal Jobs Act, da attivare nei soli casi di licenziamento intimato per giustificato motivo oggettivo .
In questo caso il licenziamento deve essere preceduto da una comunicazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro (ITL), con cui il datore di lavoro manifesta l’intenzione di procedere al licenziamento del lavoratore.

La procedura deve concludersi entro 20 giorni dall’ invio della convocazione, salvo che le parti non chiedano una proroga per arrivare ad un accordo.

Nel caso di licenziamento nullo (discriminatorio o a causa di matrimonio o in violazione delle tutele previste in materia di maternità o paternità oppure negli altri casi previsti dalla legge) o intimato oralmente, al lavoratore spetta la reintegrazione nel posto di lavoro ed un’indennità risarcitoria pari alla retribuzione maturata dal giorno del licenziamento sino a quello dell’effettiva reintegrazione.

Se ti trovi in uno dei casi sopra descritti non esitare a contattare lo Studio Legale Flaminio; lo studio da anni opera a Roma ed è specializzato nella difesa dei lavoratori.

Impugnazione licenziamento a Roma e Pomezia – info dallo Studio Legale Flaminio

CONSULENZA

Vuoi chiedere maggiori info?

Contattaci per richiedere informazioni cliccando sul bottone.
Oppure leggi le recensioni dei nostri clienti e scopri cosa pensano di noi.

Dicono di noi

Vediamo cosa dicono di noi alcuni clienti e che si sono affidati allo Studio Legale Flaminio di AvvocatoLavoroRoma.it e hanno ottenuto quello che gli spettava.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio per un problema con il mio datore di lavoro; gli avvocati sono stati disponibili e per fortuna hanno risolto il problema. Non posso che consigliarli.

Il datore di lavoro voleva trasferirmi, senza motivo, in un'altra sede, temevo non si potesse far nulla; gli avvocati sono invece riusciti a far ritirare il trasferimento. Che dire, la mia esperienza è stata più che positiva.

L’azienda non mi pagava il t.f.r.; su consiglio di un amico mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio; ho trovato dei professionisti disponibili e preparati che hanno risolto rapidamente il mio problema.

Ottimo Studio Legale, avvocati molto competenti.

Mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio, conoscendone personalmente gli avvocati; come mi aspettavo sono riusciti a farmi ottenere quanto dovuto. Non posso che consigliarli.

Non percepivo lo stipendio da mesi, per questo mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio. Li consiglio senz’altro per la loro professionalità.

Avvocati disponibili e preparati; hanno risolto il problema per cui li avevo contattati.

L’azienda per cui lavoravo non mi pagava la quattordicesima, nonostante fosse prevista dal contratto collettivo; mi sono rivolto allo Studio Legale Flaminio che ha saputo risolvermi il problema, facendomi ottenere quanto mi spettava.  Lo consiglio.

Contattaci

Se vuoi maggiori informazioni sui servizi offerti dallo studio, compila questo modulo. TI ricontatteremo appena possibile.

Tel. +39 06 5655 9821
info@avvocatolavororoma.it

Dal Lunedi al Venerdi
9:00 - 19:00

Lungotevere Flaminio, 26
00196 Roma (RM)

Mettiti in contatto con noi per una consulenza.