Licenziamento per giusta causa a Roma

 Il licenziamento può avvenire per giustificato motivo soggettivo o oggettivo oppure per giusta causa, ossia per un “grave inadempimento” del lavoratore tale da rendere impossibile la continuazione del rapporto di lavoro.

Cosa si intende per licenziamento per giusta causa

Il licenziamento per giusta causa è disciplinato dall’art. 2119 c.c., in virtù del quale le parti, se si vengono a creare situazioni che impediscono la prosecuzione del rapporto, possono recedere dal contratto di lavoro senza necessità di preavviso.

Procedura del licenziamento: c’è una specifica procedura che il datore di lavoro deve seguire se vuole licenziare giusta causa il dipendente; in quanto sanzione disciplinare, il recesso deve essere preceduto obbligatoriamente dall’attivazione di un procedimento disciplinare e dalla preventiva comunicazione dei motivi di licenziamento per consentire al dipendente una adeguata difesa.

Se hai dei dubbi su cosa comporta il licenziamento per giusta causa contattaci senza impegno, via mail o telefonicamente; lo Studio Legale Flaminio sarà a tua completa disposizione.

Quando è possibile il licenziamento per giusta causa?

La contrattazione collettiva disciplina le ipotesi ed i fatti la cui gravità legittima il datore di lavoro al licenziamento per giusta causa a Roma.

Al fine di procedere con il licenziamento per giusta causa il datore di lavoro deve tener conto di diversi aspetti, tra cui: la natura e la qualità del singolo rapporto; l’importanza e la delicatezza delle specifiche mansioni del dipendente nell’organizzazione imprenditoriale; i motivi che hanno spinto il lavoratore a commettere l’inadempimento; se c’era o meno intenzionalità ecc.

Alcune motivazioni che comportano il licenziamento per giusta causa da parte del datore di lavoro sono ad esempio l’abbandono del posto di lavoro, le assenze ingiustificate, un falso certificato medico, il rifiuto di rientrare al lavoro dopo la malattia o l’assenza alla visita fiscale, ma anche l’insubordinazione, la diffamazione, la falsificazione del badge o il furto di beni aziendali ecc.

Cosa sono le dimissioni per giusta causa

Dimissioni del lavoratore e licenziamento per giusta causa del lavoratore: le dimissioni del lavoratore per giusta causa condividono con il licenziamento per giusta causa l’impossibilità di proseguire il rapporto di lavoro a causa della gravità di una condotta delle parti; in entrambi i casi non vi è l’obbligo di preavviso. In caso di contratto a tempo determinato, invece, il lavoratore può recedere prima della scadenza solo in presenza di giusta causa.

Nel caso di dimissioni per giusta causa, il lavoratore ha diritto comunque all’indennità di preavviso e all’indennità di disoccupazione se vi sono i presupposti.

Le dimissioni a causa di un inadempimento del datore di lavoro vanno presentate tempestivamente rispetto al verificarsi dell’evento. Non è inoltre possibile dimettersi per giusta causa e continuare a svolgere la propria attività lavorativa posticipando l’effettiva interruzione del rapporto.

Nella maggior parte dei casi, è opportuno valutare insieme ad un legale esperto l’effettiva fondatezza della giusta causa e le modalità per giungere alla cessazione del rapporto di lavoro.

Quando il licenziamento disciplinare è legittimo

In ambito di licenziamento disciplinare si parla di licenziamento legittimo quando si è in presenza di giusta causa o giustificato motivo soggettivo.

Il licenziamento con giustificato motivo soggettivo è causato da un “notevole inadempimento” del lavoratore ai suoi obblighi contrattuali. Comportamenti meno gravi rispetto alla giusta causa, ma comunque tali da giustificarlo, che devono essere di non scarsa importanza e inoltre lesivi di un interesse rilevante del datore di lavoro.

Differenza fra licenziamento per giusta causa e giustificato motivo

Nel licenziamento per giustificato motivo soggettivo è sufficiente un notevole inadempimento mentre nel licenziamento per giusta causa è necessario un inadempimento di maggiore gravità, tale da ledere il rapporto fiduciario tra le parti.

Preavviso del licenziamento per giusta causa: la differenza sostanziale tra le due forme di cessazione del rapporto di lavoro è l’assenza dell’obbligo di preavviso nel licenziamento per giusta causa, obbligatorio invece in caso di giustificato motivo soggettivo.

Licenziamento per giusta causa da parte del dipendente

Licenziamento per giusta causa da parte del dipendente: con la locuzione “licenziamento per giusta causa da parte del dipendente” ci si riferisce alle dimissioni per giusta causa presentate dal lavoratore; tra gli esempi di giusta causa rientrano: la mancata retribuzione o il ritardo nel pagamento, l’omesso versamento dei contributi, un comportamento gerarchico scorretto, il mobbing, le molestie, la pretesa di prestazioni illecite, il peggioramento delle mansioni, lo spostamento del lavoratore da una sede ad un’altra senza ragioni comprovate.

Da anni lo Studio Legale Flaminio opera a Roma ed è specializzato nella difesa dei lavoratori avendo assistito nel tempo, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale, i dipendenti delle principali realtà industriali del paese.

Licenziamento per giusta causa a Roma – Studio Legale Flaminio

Contattaci per un preventivo gratuito

Affidati a noi, i nostri esperti sono sempre a tua disposizione

I nostri ultimi casi di successo

Dicono di noi

Perché scegliere noi

Avvocato diritto del lavoro a Roma

Nato alla fine degli anni 80, lo Studio Legale Flaminio si è specializzato nella difesa dei dipendenti dagli abusi del datore di lavoro, facendo del diritto del lavoro il proprio core business; l’ampia casistica affrontata, ha permesso allo Studio di conoscere nello specifico tutti gli aspetti rilevanti della materia, così da garantire al cliente un servizio altamente qualificato.

Esperti in diritto del lavoro

Nato alla fine degli anni 80, lo Studio Legale Flaminio si è specializzato nella difesa dei dipendenti dagli abusi del datore di lavoro, facendo del diritto del lavoro il proprio core business; l’ampia casistica affrontata, ha permesso allo Studio di conoscere nello specifico tutti gli aspetti rilevanti della materia, così da garantire al cliente un servizio altamente qualificato.

Lo Studio Legale Flaminio opera a Roma e Bologna

Con una consolidata esperienza in materia, i legali esperti dello Studio si occupano, nello specifico, di assistere e tutelare i propri clienti in ogni fase e aspetto del rapporto di lavoro, con particolare attenzione, tra gli altri, ai casi di licenziamento, mobbing, trasferimento, lavoro in nero e sanzioni disciplinari. Ulteriori ambiti di intervento riguardano i casi di contratti di apprendistato o part -time fittizi, di mancato rinnovo di contratti a tempo determinato o di riconoscimento delle mansioni superiori svolte dal dipendente.

Contattaci per un preventivo gratuito

Affidati a noi, i nostri esperti sono sempre a tua disposizione
Consulenza avvocato del lavoro

Mettiti in contatto con noi per una consulenza

Vieni a trovarci

Via Luigi Mancinelli, 110 - Roma